Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

 

Problemi alla guida causati dei pneumatici

I disturbi e i problemi alla guida causati dagli pneumatici sono molteplici e si ripercuotono sicuramente sulla tenuta di strada e sulla stabilità del veicolo. Bisogna ricordare che tali disturbi possono insorgere sia con pneumatici nuovi che usurati. Vediamo nel proseguii della guida di capire il perché.

 

Quando l’auto tira da un lato

Con pneumatici nuovi

Quando la vettura tira a destra o a sinistra, le maggiori cause sono attribuibili agli pneumatici, partendo dalla regola generale che la pressione di gonfiaggio sia nella norma.

Se gli pneumatici sono nuovi hanno bisogno di un normale assestamento elastico-strutturale della carcassa sul cerchio e solitamente ciò si ottiene dopo aver effettuato un determinato chilometraggio (es. 2.000/3.000 km) dopo il montaggio.

Se la vettura tira dopo aver montato pneumatici nuovi, occorre invertire la posizione degli stessi, ossia spostarli dall’asse anteriore a quello posteriore, se sono direzionali, oppure da destra a sinistra se sono asimmetrici.

La causa del tiraggio degli pneumatici nuovi è quasi sempre dovuta ad un accavallamento delle tele interne della carcassa, non per difetto di fabbrica, ma per difficile individuazione delle stesse durante il controllo di qualità in fabbrica.

L’accavallamento delle tele interne produce delle forze laterali e trasversali che vengono rilasciate quando la gomma viene montata sotto il veicolo ed accentuate e influenzate oltre modo anche dal peso stesso del veicolo, dalla pressione di gonfiaggio, dalla forza centrifuga e dalla velocità.

 problemi-guida-gomme-01

Con pneumatici vecchi o consumati

Quando la mescola del battistrada si indurisce per eccessiva vecchiaia o elevato chilometraggio, lo pnuematico ha una scarsa tenuta di strada e sicuramente una più accentuata deformazione delle tele interne della carcassa. In tal caso è necessaria la sostituzione completa.

problemi-guida-gomme-02 problemi-guida-gomme-03

Convergenza e guida

La convergenza errata delle ruote è la maggiore responsabile della precoce usura delle gomme, ma quasi mai causa instabilità della vettura, perché qui si parla di 2-3 millimetri, non certo sufficienti a spostare lateralmente un peso elevato come quello di una macchina.

Certamente se l’angolo di convergenza è molto fuori norma (es. spostamento di 10-15 mm) allora la vettura può accusare sbandamenti incontrollabili, instabilità e disturbi di guida in generale. Anche gli organi di sospensione sono molto importanti e possono causare molteplici disturbi, bisogna controllare periodicamente le testine a snodo dello sterzo (gioco meccanico), che se usurate, possono produrre tiraggi in accelerazione e decelerazione, oltre che sbandamenti.

Come pure i bracci oscillanti, i gommini dei bracci oscillanti, testine bracci oscillanti e gli ammortizzatori sono tutti componenti da verificare periodicamente.

problemi-guida-gomme-04 problemi-guida-gomme-05 problemi-guida-gomme-06

 

Allineamento del telaio

Se la vettura ha subito un forte urto, che ha interessato anche le ruote o il telaio-chassis, si noterà subito un comportamento anomalo del veicolo. Quest’ultimo, in generale, dopo l’impatto può manifestare vari disguidi, primo tra i quali il tiraggio a destra o a sinistra.

Bisogna condurre la macchina in un centro specializzato, attrezzato di un banco prova a 8 sensori all’infrarosso, in modo da esaminare la vettura in tutte le angolazioni possibili. Il tecnico andrà a misurare oltre alla convergenza,  l’angolo di incidenza, la campanatura, l’angolo incluso, il passo e l'angolo di spinta.

Tutti questi parametri andranno a fornire al tecnico informazioni importanti circa lo stato di allineamento del telaio e della carrozzeria.

Se dal referto tecnico verranno diagnosticate delle deformazioni agli organi meccanici dell’avantreno (es. mozzi, bracci, ammortizzatori) allora dovrà intervenire un meccanico specializzato, se invece si noteranno delle deformazioni al telaio  (passo e carreggiate molto differenti tra DX e SX), allora bisognerà effettuare degli inteventi di carrozzeria mediante appostiti banchi di riscontro.

In entrambi i casi, dopo aver provveduto alla riparazione della vettura, bisognerà necessariamente riverificare i valori, precedentemente diagnosticati, e ricondurli ai valori prescritti dal costruttore.

problemi-guida-gomme-07 problemi-guida-gomme-10 problemi-guida-gomme-09 

problemi-guida-gomme-08

problemi-guida-gomme-11

 

fonte :www.guidagomme.it